Protezione del PC con Windows 10 Defender Security Center

Windows Defender non è una componente del tutto nuova per un sistema operativo Windows. Nelle versioni precedenti di Windows era infatti presente un’ applicazione Windows Defender, che fondamentalmente non era altro che un’ applicazione Anti-Virus integrata direttamente nel sistema operativo. Questa applicazione notificava, quando attiva, se le definizioni dei virus erano aggiornate, ricordando di tanto in tanto di effettuare una scansione. Continua la lettura di “Protezione del PC con Windows 10 Defender Security Center”

I 5 migliori software antivirus e le singole funzionalità

 Visto che le minacce su internet continuano ad aumentare, è utile avere un sistema di sicurezza nel tuo dispositivo. Infatti, un buon antivirus dovrebbe essere sempre presente sui tuoi dispositivi per garantire la tua sicurezza online e offline.

Nonostante non tutti gli antivirus siano in grado di proteggerti dalle varie minacce, è importante trovare il software perfetto. Oggi, portiamo alla tua attenzione i 5 migliori antivirus che puoi installare sul tuo dispositivo.

Segui GizBot per ulteriori aggiornamenti!

BitDefender Antivirus Plus 2018

Questo è uno dei più precisi e affidabili software in circolazione ed è uno dei preferiti dei tester indipendenti. Una delle caratteristiche principali di BitDefender è che individua le minacce e le combatte in meno di tre secondi. Ha il sistema anti-phishing più recente che ti avverte in caso di link pericolosi durante la navigazione web e blocca l’accesso ai siti pericolosi. Offre anche un gestore di password che riempie automaticamente i form in cui bisogna inserire i dati della carta di credito.

Kaspersky Antivirus 2017

Questo prodotto nasce esclusivamente per soddisfare i tuoi bisogni di sicurezza, blocca infatti i siti pericolosi, individua e rimuove le minacce e possiede delle tecnologie intelligenti per il monitoraggio. Ha un’interfaccia facile da utilizzare, non troppo difficile né troppo semplice. Questo è un altro software affidabile che puoi installare.

Norton

Questo prodotto è conosciuto per trovare le minacce casualmente. Questo software funziona da solo e offre molte funzionalità, opzioni e impostazioni. Con Norton puoi personalizzare le scansioni per controllare solamente le aree che ti interessano oppure programmarle nel tempo. Include la protezione per i bambini, aggiornamenti innovativi, protezione nella navigazione web e protezione completa dai malware.

AVG Antivirus

Con AVG o Avast otterrai tutte quelle belle funzioni che ti aspetti dai migliori antivirus. Il tuo sistema sarà protetto dai malware e dai tentativi di phishing e, nel caso in cui tu volessi avere il massimo, puoi optare per la versione premium che ti offre download sicuri, crittografia dei dati online e offline e una protezione completa per quanto riguarda i pagamenti.

Webroot SecureAnywhere

Diversamente dagli altri antivirus, questo piccolo ed elegante Webroot sfrutta i metadati e i pattern dei comportamenti per individuare le minacce nel sistema. Webroot traccia tutti i file e prende nota dei comportamenti e delle varie azioni. Sfrutta appena le risorse del sistema e può sconfiggere i ransomware.

Android 8 Oreo può causare problemi di connessione Wi-Fi in caso di router su reti mesh come ad esempio Netgear Orbi

Se stai incontrando problemi con il tuo Netgear Orbi, e se hai un Pixel o un Pixel 2 (di prima o seconda generazione) forse la causa potrebbe essere imputabile allo smartphone. O, perlomeno, al software montato su di esso.  Ci sono molte segnalazioni che lamentano riavvii spontanei del router al punto di accesso,  crash, e salti di connessioni ad intermittenza per coloro che utilizzano i punti di accesso circoscritti alla rete mesh con dispositivi in esecuzione Android Oreo.

La questione sembra essere molto diffusa, con relazioni apparse sul Forum di Supporto degli smartphone Pixel di Google, su Reddit, e sul forum di Netgear. La maggior parte dei problemi sembra provenire da utenti che utilizzano il router Orbi Netgear, ma altri rapporti vengono trasmessi  da coloro che utilizzano  altri sistemi mesh, compresi i router da Cisco e Eero, e sembra colpito anche un numero limitato di persone che utilizzano punti di accesso non-mesh.

Di quale versione Android si tratti precisamente in questo caso, non sembra rivestire importanza, poiché i problemi di connessione vengono rilevati su dispositivi che eseguono sia  Android 8.0 che 8.1, sia sul Pixel che sul Pixel 2. Qui a AP, non sembriamo al momento coinvolti dalla criticità, ma vista la quantità di risposte che sono pervenute alle piattaforme sopracitate, bisogna ritenere che un numero piuttosto considerevole di persone lo sono.

Google sta verificando tuttavia il problema, anche da parte loro.  Nel thread attivato nel forum di supporto, il nostro spesso citato guru di supporto  Orrin si sta mettendo in contatto con ognuno di coloro che hanno incontrato questo tipo di problema per l’elaborazione dei rapporti di bug. Nel frattempo, tutti coloro che sono stati coinvolti da questa criticità dovranno solo aspettare che Google o i rispettivi produttori di router riescano a soluzionare questo problema

I 7 migliori strumenti per monitorare salute e prestazioni dell’SSD

Gli SSD stanno entrando gradualmente nel mercato degli HDD e stanno rimpiazzando i classici hard disk nei laptop e nei computer desktop di fascia alta. Gli SSD offrono prestazioni decisamente migliori rispetto ad un disco rigido e la memoria flash consente di risparmiare batteria sui tuoi laptop pur avendo delle velocità di lettura e scrittura alte.

Una macchina con un SSD installato sarà pronta in pochi secondi, le applicazioni installate in esso si caricheranno rapidamente e sarai in grado di copiare gigabyte di dati in pochi secondi. Gli SSD offrono alte velocità, alte prestazioni e un minore consumo di energia, tuttavia, essendo essi da poco sul mercato, si trovano un passo indietro rispetto agli hard disk in termini di durabilità e affidabilità. Continua la lettura di “I 7 migliori strumenti per monitorare salute e prestazioni dell’SSD”

Chrome 64 rende più facile trovare le flag che hai modificato.

Chrome è dotata di una pagina nascosta denominata  “flags“, raggiungibile digitando Chrome://Flags, dove è possibile attivare e disattivare varie funzioni e impostazioni. La pagina era stata sottoposta, non molto tempo fa, ad un lavoro di “redesign”,ma c’è ora un ulteriore cambiamento utile, disponibile nelle versioni Chrome Beta, Dev, e Canary –  Ora le flag, che hai manualmente abilitato o disabilitato, vengono mostrate nella parte superiore della pagina.

Questo chiaramente rende più facile ritrovare le impostazioni che si è provveduto a maneggiare. Nella schermata di cui sopra, si può vedere che ho portato due flag nel campo “Abilitate” il che me le fa ritrovare nella parte superiore della pagina.

La maggior parte degli utenti finali non visita affatto la pagina delle flag, ma per i pochi di noi che amano armeggiare con le impostazioni di Chrome, questa modifica sarà scuramente apprezzata. Dovrebbe pervenire nella versione stabile di Chrome, con il rilascio della V65, il prossimo mese.

Come utilizzare WhatsApp dal tuo computer

Stanco di poter accedere alle tue conversazioni WhatsApp solo dal tuo cellulare?  Allora leggi questo.

È certamente possibile digitare lunghi messaggi lunghi o tenere più conversazioni WhatsApp sullo smartphone, ma ci sono momenti in cui si potrebbe digitare più agevolmente, grazie all’utilizzo di una tastiera completa oppure visualizzare, senza fatica, messaggi a tutto schermo.

WhatsApp offre due diverse soluzioni per usufruire del suo servizio su computer:  tramite WhatsApp Web oppure con le applicazioni  desktop per Windows e OS X.

 Requisiti     

 Secondo quanto indicato nella pagina di supporto di WhatsApp, si può utilizzarere il servizio WhatsApp (Web o applicazione desktop) qualora il tuo telefono sia incluso in una delle categorie seguenti:

  • Android
  • iOS dal 8.1 in poi
  • Windows Phone 8.0 e 8.1
  • Nokia S60, Nokia S40 EVO
  • BlackBerry e BlackBerry 10

Quando si utilizza WhatsApp su un computer, il proprio cellulare dovrà comunque contemporaneamente avere una connessione dati o un collegamento Wi-Fi.Questo perché la piattaforma funziona essenzialmente con l’ausilio dell’applicazione sul proprio smartphone. Se, ad esempio, stai viaggiando in un altro paese e il tuo telefono non ha una connessione, non potrai usare WhatsApp su un altro dispositivo.

Pagina di destinazione Web di WhatsApp.

Come impostare WhatsApp Web

 La maggior parte dell’impostazione viene abbinata al tuo telefono con WhatsApp Web.

  1. Utilizzando Chrome, Firefox, Opera, Safari o Edge, collegati a https://web.whatsApp.com
  2. Vedrai un codice QR per la scansione con l’applicazione WhatsApp del telefono. Proprio sotto il codice, vedrai le istruzioni per aiutarti a trovare l’opzione di scansione sull’app. Ad esempio, nell’app iOS, si tocca Impostazioni, quindi WhatsApp Web.
  3. Dopo aver scansionato il codice, potrai vedere i tuoi messaggi WhatsApp sul telefono e nel browser. Non sarà necessario disporre di una connessione Wi-Fi per il telefono, ma WhatsApp consiglia di usare la connessione Wi-Fi per evitare un eccessivo consumo di dati mobili.

La struttura Web di WhatsApp rispecchia l’esperienza  del mobile, solo su scala più ampia. È comunque possibile inviare emoji, gif, foto e messaggi vocali, visualizzare l’elenco dei contatti e ricevere notifiche sul computer.

Come configurare l’applicazione desktop di WhatsApp

L’impostazione dell’applicazione desktop è simile alla impostazione di WhatsApp Web, ma con una eccezione — è necessario, in primo luogo, scaricare e installare l’applicazione.

  1. Scarica la versione Mac o Windows dell’app da whatsapp.com/download.
  2. Gli utenti Mac dovranno scompattare il file, quindi spostare WhatsApp nella cartella applicazioni.
  3. Gli utenti di Windows dovranno eseguire il file exe e seguire le istruzioni.
  4. Quando l’app viene lanciata, vedrai un codice QR che ti consente di eseguire la scansione con l’applicazione WhatsApp del cellulare. Proprio sotto il codice, troverai le indicazioni che ti aiuterannoa trovare l’opzione di scansione sull’app. Ad esempio, nell’app iOS, tocca Impostazioni, quindi WhatsApp Web.
  5. Dopo aver scansionato il codice, potrai vedere i tuoi messaggi WhatsApp sul telefono e nel browser. Non sarà necessario disporre di una connessione Wi-Fi per il telefono, ma WhatsApp consiglia di usare la connessione Wi-Fi per evitare un eccessivo consumo di dati mobili.

La struttura Web di WhatsApp rispecchia l’esperienza del Web e del mobile.  È sempre possibile inviare emoji, foto e messaggi vocali, visualizzare l’elenco dei contatti e ricevere notifiche sul computer.

Una nota sulla sicurezza

Una volta che l’app è installata o sei loggato all’interfaccia Web, chiunque abbia accesso al tuo computer può visualizzare le tue conversazioni WhatsApp fintanto sei loggato. Se il computer è protetto da password, probabilmente non è un grosso problema. Ma se si utilizza WhatsApp Web da un computer pubblico, è necessario scollegarsi una volta terminato. Puoi farlo cliccando sull’icona del menu a tre punti e poi selezionando Disconnetti.

Se dimentichi di disconnetterti da WhatsApp Web da un computer che non è tuo, oppure dubiti che qualcuno abbia accesso al tuo account, puoi uscire da tutte le sessioni attive visitando la stessa pagina delle impostazioni che hai utilizzato per scansionare il codice QR. Ancora una volta, su iOS è possibile toccare le impostazioni poi WhatsApp Web.

Leggi di più:
Spiare Conversazioni Whatsapp